La svolta – Tim Winton  

Una raccolta di racconti che ho letto con gusto. Strano, perché i racconti in genere non fanno per me. Ci metto tempo ad entrare in una storia e il genere troppo breve mi impedisce di trovare il mio ritmo nella lettura. Stavolta invece, complice la scrittura potente e accattivante, complice il fatto che comunque i racconti sono tutti ambientati nello stesso luogo, complice il fatto che molti personaggi compaiono in più racconti da punti di vista diversi, sviluppando aspetti e completando personalità, sono rimasta intrappolata da queste storie che si incrociano, dalla narrazione asciutta ma non accidentata, dalla crudezza del narratore e dalla profondità del narrato. Leggi di più a proposito di La svolta – Tim Winton  

Art and act, concorso artistico in scadenza

C’è ancora tempo per partecipare ad “Art and act”, un concorso artistico promosso dal CESIE, ispirato alle passioni e alle idee di Marie Marzloff, compianta vicedirettrice del CESIE che ha fatto dell’arte, della letteratura e dell’interculturalità le declinazioni della sua vita e del suo lavoro. Il tema del concorso, in scadenza il 15 ottobre, è […]

Quali sorprese alla Milan Games Week?

Dal 27 al 29 settembre, Fiera Milano Rho ospiterà la nona edizione del Milan Games Week powered by TIM, il principale consumer show videoludico italiano, promosso da AESVI, l’associazione che rappresenta l’industria dei videogiochi in Italia, e organizzato da Fandango Club, società specializzata nell’organizzazione di grandi eventi. Nel 2018 Milan Games Week ha registrato ben […]

Comunicare la gratuità, un concorso dedicato ai giornalisti

Il concorso nazionale “Comunicare la gratuità” nasce con l’obiettivo di valorizzare e promuovere il lavoro dei giornalisti impegnati a raccontare l’attualità. Sostenuto dal Cesvot e promosso dall’associazione di volontariato Voltonet, la terza edizione di questo concorso vuole premiare le storie che raccontano il lato bello e altruista della società. Il premio verrà assegnato all’articolo o […]

Impazza “Uomo tana” di Tiger Dek, e tu che tipo di uomo sei?

Chi nasconde quella maschera… Tigre!? No, non ci stiamo rituffando nel famoso manga giapponese scritto da Ikki Kajiwara e illustrato da Naoki Tsuji, anche se la voglia di cantare a squarciagola tutta la sigla realizzata da Giorgio Vanni è forte. Stiamo parlando di Tiger Dek, l’uomo tigre italiano, cantante e “cavaliere misterioso che veglia sulla […]

Riccardo Gambelli si racconta attraverso “Seme lontano”

Riccardo Gambelli, autore di “Seme lontano”, si racconta ai lettori di #casiquotidiani e non solo parla del suo ultimo libro, ma svela anche qualcosa in più di sé e dei suoi desideri. Sin da bambino Riccardo ha amato la letteratura: divorava decine di libri di ogni genere, anche i classici dell’Ottocento, e adorava scrivere. Si […]

Un sì, un no e una recensione spettinata

“La cantina” di  Thomas Bernhard: decisamente sì! Lo stile di Bernhard mi cattura sempre. E questo romanzo, con il suo procedere a spirale, è un continuo tuffarsi e riemergere dai flutti dello Stige: un respiro e poi giù all’inferno, una fuga in avanti verso la consapevolezza e poi due passi indietro, a descrivere la disperazione […]

Qualcosa sui Lehman – Stefano Massini

Quando ci si approccia a quest’opera senza preparazione, come è successo a me, ci si trova spiazzati da un testo difficile da catalogare: non è prosa, non è poesia, non è testo teatrale, pur essendo l’adattamento successivo della prima stesura di ciò che poi diventò “The Lehman Trilogy”, in scena sui palcoscenici di mezzo mondo. Leggi di più a proposito di Qualcosa sui Lehman – Stefano Massini

Il linguaggio della nostalgia II parte

Virginia Calabria continua il suo viaggio nel mondo schizofrenico di Paola; lo fa attraverso l’analisi di un linguaggio fatto di nostalgia, di paura della solitudine e di elementi conducibili all’affetto familiare (mancante, inventato?). Scaricabile gratuitamente dal blog #CasiQuotidiani, l’approfondimento di Virginia nasce durante la preparazione della tesi del master ed ha come location una casa […]

Faber – Tristan Garcia

Non si può non lasciarsi trascinare dal linguaggio altamente evocativo, dalle mille sfumature di questo romanzo in cui la narrativa è solo un pretesto per parlare di filosofia, politica, linguistica, letteratura, denuncia sociale e non so quante altre cose che probabilmente mi sono sfuggite, perché quello di cui ho appena chiuso l’ultima pagina ma la cui copertina non riesco a smettere di guardare è uno dei romanzi più densi e poliedrici che mi sia capitato di leggere. Leggi di più a proposito di Faber – Tristan Garcia