“La risata, un potente antidoto contro tutte le negatività”

Alessandro Pagani non è soltanto il batterista del gruppo Rock-Indie fiorentino Stolen Apple, di cui tra l’altro è uscito il 21 febbraio scorso il nuovo album “Wagon Songs”; è anche un fine umorista, un amante del surreale e dell’ironia. E oggi, parlando del suo ultimo libro “500 chicche di riso”, Alessandro (nella foto con il […]

Paracadutismo, lo spettacolo dal cielo

Sergio Amato, istruttore presso il MadridFly, un noto simulatore di caduta libera a Las Rozas de Madrid (Madrid), svela ai lettori di CasiQuotidiani la magia del paracadutismo e le mille emozioni che regala. La mansione principale di Sergio, e di ogni collega istruttore, è quella di garantire la totale sicurezza ai clienti, che siano professionisti […]

Esce domani Wagon Songs, l’ultimo album di Stolen Apple

I due singoli – Renegade Sun (Brexit) e Masturbation – già su Bandcamp Stolen Apple, il gruppo alt-rock fiorentino nato nel 2008, a distanza di tre anni da Trenches (Audioglobe e Clearspot), ritorna con un nuovo splendido lavoro: Wagon Songs, un album che sottolinea la libertà espressiva di una band che spazia con bravura dentro […]

Premio Giacomo Matteotti 2020

La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha indetto la 16a edizione del Premio Giacomo Matteotti dedicato alle opere che illustrano gli ideali di fratellanza tra i popoli, di libertà e giustizia sociale. Il Premio è suddiviso in tre sezioni. Sezione “saggistica” (premio euro 10.000) Possono concorrere le opere in lingua italiana di carattere saggistico di […]

Trent’anni e non sentirli! Il nostro omaggio ai Simpson

Trent’anni e non sentirli! Il nostro omaggio ai personaggi dal colore giallo più amati della TV che ci accompagnano con la loro ilare comicità dal 17 dicembre del 1989. Tantissimi i giornali, periodici o meno, settoriali, generici che parlano dei 30 anni della famiglia Simpson: Grazia riporta la top ten delle curiosità, dal perché Marge […]

Le cose che restano – Jenny Offil

In questo suo romanzo d‘esordio Jenny Offil racconta con leggiadria, fantasia e spericolata profondità un rapporto madre-figlia quasi da manuale, dall’amore viscerale alla frattura inscindibile, con uno stile molto più coerente e strutturato rispetto al suo ultimo (Sembrava una felicità) che a mio avviso, con una struttura troppo evanescente fa sentire la mancanza di una […]

Vite che non sono la mia – Emmanuel Carrère

A dispetto del titolo, è proprio la sua vita quella che viene fuori da questo romanzo/confessione/indagine. La sua vita, sfiorata da un tragico evento che ha falciato migliaia di esistenze, coinvolta in seguito nel lutto privato e nel dolore particolarissimo di persone a lui vicine, rimasta immune ma non indifferente alle tragedie di chi gli […]

Valérie Perrin e la grazia dei cimiteri

Quando, qualche anno fa, è morta la mamma della mia migliore amica del liceo io non c’ero. Anche se non ci frequentiamo più molto assiduamente, mi è dispiaciuto proprio tanto. Oltre tutto lei mi è stata molto vicina quando io ho perso il mio babbo. Ho pensato spesso quindi a come rimediare a questa mia assenza e qualche tempo dopo, in occasione dell’anniversario, le ho proposto di andare insieme al cimitero.

Non vorrei apparire blasfema, ma ci divertimmo molto, checché se ne possa pensare. Il silenzio, i cipressi, i vasi di fiori da raddrizzare sulle tombe, lo scricchiolio della ghiaia, fecero da sfondo a una lunga passeggiata di ricordi e confidenze. Ci salutammo promettendoci che lo avremmo rifatto. E così è stato.

Conosco persone che alla sola idea del cimitero storcono la bocca o fanno i famosi gesti apotropaici. Per me non è così. Sarà per questo che quando ho iniziato a leggere “Cambiare l’acqua ai fiori” di Valérie Perrin (e/o, 2019) tradotto da Alberto Bracci Testasecca, sono stata subito avvinta dalla lettura. Il romanzo, infatti, è ambientato interamente in un cimitero. Leggi di più a proposito di Valérie Perrin e la grazia dei cimiteri

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

La svolta – Tim Winton  

Una raccolta di racconti che ho letto con gusto. Strano, perché i racconti in genere non fanno per me. Ci metto tempo ad entrare in una storia e il genere troppo breve mi impedisce di trovare il mio ritmo nella lettura. Stavolta invece, complice la scrittura potente e accattivante, complice il fatto che comunque i racconti sono tutti ambientati nello stesso luogo, complice il fatto che molti personaggi compaiono in più racconti da punti di vista diversi, sviluppando aspetti e completando personalità, sono rimasta intrappolata da queste storie che si incrociano, dalla narrazione asciutta ma non accidentata, dalla crudezza del narratore e dalla profondità del narrato. Leggi di più a proposito di La svolta – Tim Winton  

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Art and act, concorso artistico in scadenza

C’è ancora tempo per partecipare ad “Art and act”, un concorso artistico promosso dal CESIE, ispirato alle passioni e alle idee di Marie Marzloff, compianta vicedirettrice del CESIE che ha fatto dell’arte, della letteratura e dell’interculturalità le declinazioni della sua vita e del suo lavoro. Il tema del concorso, in scadenza il 15 ottobre, è […]