Dopo la Superluna, eclissi totale e meteore da seguire…

Il 2018 sarà davvero un anno luminoso? L’inizio è di tutto rispetto con una Superluna a dare il benvenuto al mese di gennaio. Il satellite della Terra, infatti, non solo si è trovato il 1° gennaio nel punto più vicino al pianeta (perigeo), ma anche nella sua fase piena. Se però le festività, i pranzi e le cene vi hanno distratto dal guardare attentamente il cielo proprio per Capodanno, non preoccupatevi perché potrete rifarvi con quello che si preannuncia “l’evento astronomico” del 2018: l’incontro ravvicinato Luna-Marte.

Il 27 luglio 2018 il nostro satellite si troverà per più di un’ora al fianco del Pianeta Rosso che, dopo due anni, sarà nella posizione opposta al Sole e ben osservabile. Un vero spettacolo da ammirare e fotografare: la prima eclissi lunare totale visibile dall’Italia da quella avvenuta il 28 settembre 2015.

Questo incontro celeste sarà preannunciato da altri incantevoli movimenti astronomici i cui protagonisti, Giove e Saturno, si troveranno all’opposizione il 9 maggio e il 27 giugno. Ma, in generale, una maggiore visibilità toccherà a tutti i pianeti conosciuti (Venere sarà più esuberante degli altri rubando la scena a metà agosto) e gli eventi “naturali” da non perdere continueranno fino a dicembre 2018.

La cometa di Natale 46P/Wirtanen, infatti, dovrebbe essere visibile persino a occhio nudo e concluderà un’annata degna di nota per le meteore: le ultime Perseidi, le lacrime di San Lorenzo, le Geminidi di dicembre terranno compagnia a tutti gli appassionati degli astri e agli esperti del settore. Chissà se la loro presenza mostrerà anche vie più “illuminate” da seguire…

 

Simona Merlo

 

 

Autore dell'articolo: Simona Merlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *