Elena Ferrante a sostegno del #MeToo e nuova editorialista del Guardian

“Paradossalmente – ha sottolineato Ferrante – non vedo grandi differenze fra le donne del quartiere napoletano di cui ho parlato e le attrici di Hollywood o le donne colte e raffinate che lavorano ai gradini più alti del nostro sistema socio-economico. Alzare i toni, dire “Me too” mi sembra una buona cosa, ma soltanto se manteniamo il senso della misura: gli eccessi nuocciono alle giuste cause. La forza dei piccoli e grandi Weinstein, che si trovino al centro del mondo o in posizione
E per quanto riguarda invece la storia di Lina e Lela della sua quadrilogia dell’Amica Geniale ha detto: “La storia è finita ma ne ho altre in testa e spero di riuscire a scriverle. A pubblicarle non lo so”.
Intanto a pubblicarla sarà il Guardian . A darne notizia è il quotidiano britannico. “La scrittrice – hanno spiegato dal giornale – nella sua rubrica settimanale per la rivista ‘Weekend’ del Guardian, condividerà i suoi pensieri su una vasta gama di argomenti, tra cui l’infanzia, l’invecchiamento, il genere e, nel suo articolo di debutto tratterà il tema del primo amore”.
Gli articoli della Ferrante saranno scritti in italiano e tradotti in inglese. Non ci resta che aspettare la prima uscita di “Weekend” del Guardian per leggere nuovi scritti dell’autrice che con la sua scrittura ha fatto innamorare tutto il mondo.
Elena Casi

Autore dell'articolo: Elena Casi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *