Come risparmiare tempo, denaro ed energie in cucina

In che modo si può risparmiare tempo, energia e denaro quando si va a fare la spesa? Di certo non avere una lista o anche una sommaria idea del menu da seguire non aiuta chi ha il compito importantissimo di nutrire la propria famiglia. Ed è proprio qui che entrano in gioco i piani alimentare personalizzati, pianificati da chi ha tutte le competenze per indirizzare e garantire un’alimentazione sana e diversificata. Il nutrizionista Giuseppe Geraci lo racconta su #Casiquotidiani per i nostri lettori.

Il nutrizionista ha, quindi, un ruolo chiave nel ri-creare a tavola una situazione equilibrata dove la monotonia deve lasciare il posto alla ricchezza dei cibi sani, e deve garantire in sintesi salute e benessere.

“Quando creo una guida alimentare ad hoc – sottolinea il biologo nutrizionista Giuseppe Geraci struttura con molta attenzione il piano alimentare dando valore alla dieta mediterranea, questo perché un simile approccio dà innumerevoli vantaggi a chi lo segue: soddisfa i fabbisogni nutritivi di ogni componente familiare; guarisce i malesseri dovuti ad una cattiva alimentazione (e non solo); fa da apripista nella consapevolezza di una corretta scelta alimentare”.

Seguire i consigli di un esperto, quindi, non solo ti permette di cambiare visione dei pasti e del “cosa” mangiare dal punto di vista degli elementi nutritivi, ma ti aiuta anche nei numerosi, e spesso sottovalutati, aspetti della vita quotidiana.

“Ad esempio – prosegue – sapere quali sono i migliori cibi in un determinato momento nell’anno, sposando la scelta della stagionalità e preferibilmente del km zero, consente un grande risparmio economico. Sapere poi che cosa serve per una determinata ricetta permette di evitare anche sprechi di cibo e di tempo dedicato alla spesa avendo già una lista completa spalmata su tutta la settimana”.

Insomma, secondo quanto spiegato dal dr Geraci, vengono cancellate le difficoltà del dover pensare “e adesso che cosa cucino?!” Via quindi ansie e angosce! Il corpo e lo stato d’animo infine ringrazieranno poiché, un sistema del genere, non lascia spazio ai cibi pronti o pre-cotti tipici di una società post-industriale che corre sempre.

Questa ottimizzazione della settimana riduce, inoltre, lo stress collegato al cibo regalando a chi di solito prepara i pasti non solo del tempo libero, ma anche la serenità mentale di non doversi chiedere di continuo cosa preparare a pranzo o a cena. Alternare i pasti, poi, rende felici tutti i commensali: chi di noi non ama la varietà e mangiare cose sempre diverse?

“Infine – conclude l’esperto – cosa non da poco conto, avere una visione settimanale ed un piano alimentare da seguire permette un notevole risparmio anche sulle bollette e sui tempi di preparazione: se devo usare il forno per più di un pasto, mi organizzerò in modo da preparare più cose nello stesso momento, perché tanto già so che cosa mi propone il mio piano alimentare mediterraneo personalizzato”.

 

Autore dell'articolo: Simona Merlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *