Al Cremona Musica 2018 workshop sulla tecnologia musicale

Anche la tecnologia musicale al centro di Cremona Musica, il più importante appuntamento mondiale per gli operatori professionali del mondo della liuteria e della grande musica. Dal 28 al 30 settembre alla Fiera di Cremona si terrà la quinta edizione di Digital Space, uno spazio ricco di workshop formativi pensato per musicisti, compositori, docenti di musica e principianti.Il Digital Space, coordinato dall’esperto di musica elettronica ed informatica musicale Pier Calderan, ha come obiettivo non solo quello di illustrare le ultime novità di Notion 6 e Studio One 4, e di spiegare la storia della sintesi musicale, ma anche di far trarre il massimo dalla tecnologia, da quei software che aiutano nella composizione, nella scrittura e nella registrazione della musica oltre che nella didattica.

Cremona Musica conferma così il suo lato innovativo, ospitando le ultime novità dal mondo della liuteria e della musica in generale, e dedicando una sempre maggiore attenzione a tutto ciò che costituisce un’evoluzione in questi campi.

Quest’anno, inoltre, ci sarà un ricco programma di eventi con concerti dal vivo, masterclass e mostre dedicati a tutti gli amanti della musica; non mancherà la consueta esposizione di strumenti musicali d’alto artigianato che ha reso questo evento irresistibile per musicisti di alto livello, costruttori di strumenti e buyer nazionali ed internazionali.

“C’è un connubio molto stretto fra la musica elettronica e la musica classica – spiega Pier Calderan – basta pensare ad uno strumento come il Theremin o alle Onde Martenot, che vengono suonati in orchestra sinfonica, poi c’è stato tutto il futurismo, Luciano Berio… insomma, la storia della musica classica è piena di esempi elettronici, e penso si farà così sempre di più”.

 

 

Autore dell'articolo: Simona Merlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *