Al via “Presta la tua voce alla RICERCA”

Una nuova WebApp di un futuro non troppo lontano sarà creata per analizzare la relazione tra comunicazione paraverbale (ovvero ritmo, tono, pause ed enfasi della voce) ed emotività (cioè la condizione emotiva dell’oratore) e, quindi, valutare le aree di miglioramento della propria voce: si tratta dell’ultima ricerca scientifica, e unica nel suo genere in Italia, sulla voce relazionale avviata dalla Interago Academy in collaborazione con ProVoice.

Lo studio nasce dalla necessità di comprendere quali sono gli elementi paraverbali che rendono una comunicazione efficace e quali invece la rendono debole; l’obiettivo è capire in che modo la condizione psicologica della persona influisca su validità e autorevolezza della presentazione orale. Attualmente, l’intero team è al lavoro sulla fase preliminare della ricerca, ovvero l’ascolto e l’analisi di centinaia di registrazioni vocali, al fine di ottenere quanti più risultati possibili.

Se i dati ottenuti nei prossimi mesi di studio saranno quelli attesi, il gruppo di ricerca potrà sviluppare un avanzato strumento digitale nel campo delle nuove tecnologie capace di interpretare i dati statistici dal punto di vista relazionale.

Nello specifico la futura WebApp sarà in grado di:

  • esaminare registrazioni vocali e analizzare tono di voce, enfasi, pause e ritmo;
  • realizzare grafici personalizzati sulle componenti paraverbali delle registrazioni;
  • individuare gli elementi della comunicazione paraverbale che danneggiano la comunicazione e interpretare i relativi fattori psico-comportamentali;
  • suggerire training vocali e seminari per migliorare la propria comunicazione.

Al fine di portare avanti la ricerca, è stata indetta una campagna di reclutamento voci: per contribuire allo studio, basta andare sul loro sito istituzionale ed effettuare la propria registrazione vocale per avere accesso gratuitamente, una volta sviluppata, alla WebApp di analisi e correzione della propria voce relazionale.

Inoltre come ringraziamento per il proprio contributo alla ricerca inoltre, il team offre un buono sconto di € 5,00 spendibile su Amazon Shopping.

Autore dell'articolo: Simona Merlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *