Online la nuova rubrica “The things I love the most”

Che cos’è l’effetto MADELEINE? Lo racconta Martina Russo nella nuova rubrica “The thing I love the most” online ogni #giovedì su CasiQuotidiani. Oggi si parla di memoria olfattiva, di ricordi ed emozioni.

Mi capita spesso di percepire odori e profumi particolari (purtroppo anche quelli che provengono dalle persone sul bus) che subito mi portano alla mente svariati ricordi. L’ultima volta in cui ho rivissuto un’esperienza percependo una fragranza è stato due giorni fa. Dopo una giornata impegnativa ero finalmente tornata a casa. Ho posato sulla sedia-armadio la mia borsa e sono andata in bagno per lavarmi le mani. Ed è stato in quel momento in cui ho avuto un flash! Senza farlo apposta, il mio sapone per le mani è lo stesso che compra mia madre da sempre, al profumo di mandorla. Me ne sono accorta solamente dal profumo e dal mio cervello che ha collegato l’odore al ricordo.

Se devo dire la verità, non è che il profumo alla mandorla mi faccia impazzire, però quando ho sentito quell’odore mi sono fermata alcuni istanti mentre l’acqua scorreva. Mi è tornata in mente casa mia; mi è tornata in mente mia madre che compra scorte su scorte di quel sapone perché le piace tanto.

All’improvviso mi sono rivista nel bagno di casa dei miei, con il mio cagnolino appostato fuori alla porta che mi aspetta per giocare con la sua pallina preferita, con tanta luce naturale che entra dalle finestre. Il bagno dagli asciugamani colorati e dai mille spazzolini (sì, siamo una famiglia abbastanza numerosa).

Forse inconsciamente ho comprato quel flacone perché mi manca casa, chissà. Ma al di là dell’aspetto psicologico della cosa, quando ho ricollegato il profumo a “casa mia” mi si è un po’ stretto il cuore. Vivere lontano dalle quattro mura in cui si è cresciuti fa sempre un po’ male e quando ti capitano questi momenti, quando ti fondi con quel ricordo, la reazione non può essere che positiva.

Questa condizione è conosciuta come Effetto Madeleine per la quale certi odori o anche colori, oggetti, sapori, sono in grado di richiamare alla memoria episodi di vita passata in modo estremamente vivido (Chu & Downes, Odour-evoked autobiographical memories: Psychological investigations of Proustian phenomena, 2000). È davvero incredibile come la memoria olfattiva riesca a trasportarti in luoghi o momenti lontani, nel mio caso a quasi 300 km di stanza! Non vedo l’ora che mi succeda di nuovo; speriamo non in bagno che se lascio di nuovo scorrere l’acqua troppo a lungo, l’unica esperienza che rivivrò sarà quella della bolletta salata!

Martina Russo

Autore dell'articolo: Simona Merlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *