Caterina e l’intelligenza artificiale al servizio dei cittadini

Che cos’è l’intelligènza artificiale? Secondo la definizione riportata online dall’enciclopedia Treccani, l’intelligènza artificiale (IA) è la disciplina che studia se e in che modo si possano riprodurre i processi mentali più complessi mediante l’uso di un computer. Tale ricerca si sviluppa secondo due percorsi complementari: da un lato l’IA cerca di avvicinare il funzionamento dei computer alle capacità dell’intelligenza umana, dall’altro usa le simulazioni informatiche per fare ipotesi sui meccanismi utilizzati dalla mente umana.

Una premessa doverosa per comprendere meglio Caterina, la prima Assistente Virtuale dedicata al Servizio Demografico. Il progetto pilota, nato dalla sinergia tra il Comune di Siena e QuestIT, un’azienda specializzata in soluzioni di IA guidata dal presidente Marco Landi – ex COO (Chief Operating Officer) di Apple Computer, e parte del gruppo The Digital Box, sarà attivo dal 1° novembre dopo una prima fase informativa che permetterà al cittadino di navigare in modo corretto nelle pagine di destinazione e fornire in seguito le informazioni per adempiere al compimento del servizio.

La specificità di Caterina è l’interazione con i cittadini. L’assistente virtuale ha, infatti, come obiettivo/compito quello di guidare i cittadini nelle pratiche amministrative del Comune di Siena senza tralasciare alcuna fase ma, al contrario, semplificando l’accesso alle informazioni relative ai servizi pubblici e alla richiesta di documenti (cambio di residenza, rinnovo della carta d’identità) fino all’invio digitale del documento richiesto. Ad esempio, da casa o dal proprio cellulare, il residente potrà evitare file e orari di apertura, e dialogare direttamente con Caterina attraverso la piattaforma online messa a disposizione dal Comune di Siena e accessibile anche alle persone non udenti e non vedenti.

Caterina è una vera sfida tecnologica, un sistema innovativo, realizzato sia in italiano che in inglese, creato su misura per la Pubblica Amministrazione, ma naturalmente replicabile per servizi diversi e altri enti.

In che modo avverrà il riconoscimento dell’utente? Attraverso Spid – Sistema Pubblico di Identità Digitale – che servirà sia per l’autenticazione del cittadino che per la consegna del documento online, automatizzando tutti i processi relativi ai servizi demografici del Comune di Siena. 

NOTA TECNICA
La piattaforma Algho, su cui è stato sviluppato questo nuovo sistema, è stata realizzata da QuestIT, e consente di creare il proprio Assitente Virtuale. Parla ben 9 lingue, e sfrutta
l’algoritmo più performante nella comprensione del linguaggio naturale made in Italy.

Autore dell'articolo: Simona Merlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *