Esce domani Wagon Songs, l’ultimo album di Stolen Apple

I due singoli – Renegade Sun (Brexit) e Masturbation – già su Bandcamp

Stolen Apple, il gruppo alt-rock fiorentino nato nel 2008, a distanza di tre anni da
Trenches (Audioglobe e Clearspot), ritorna con un nuovo splendido lavoro: Wagon Songs, un album che sottolinea la libertà espressiva di una band che spazia con bravura dentro vari generi pur mantenendosi fedele alle proprie attitudini.

Le caratteristiche sonore di Stolen Apple, infatti, vanno dal proto punk al ‘sound’ ruvido e americano degli anni ’90. Il nuovo disco “Wagon Songs”, in uscita domani (solo digitale) su tutte le piattaforme, oltre a un ulteriore viaggio verso la consapevolezza, rappresenta anche un mondo artigiano e sotterraneo che molti non riconoscono più, troppo presi nelle loro piccole disperazioni quotidiane, “assuefatti e travolti dalla stratificazione dei pensieri”.

Su Bandcamp è già possibile ascoltare i due singoli Renegade Sun (Brexit) e Masturbation; all’uscita di Wagon Songs (9 tracce di Alternative, Indie-Rock) seguirà il video di Renegade Sun (Brexit), mentre la presentazione dell’album avverrà al Progresso a Firenze il 29 febbraio.

CHI SONO
Riccardo Dugini (vocals & guitar), Luca Petrarchi (vocals, guitar, mellotron, organ & synth), Massimiliano Zatini (vocals, bass & harmonic), Alessandro Pagani (vocals, drums, piano & percussion).

BIOGRAFIA STOLEN APPLE
Libero progetto d’espressione musicale, la band nasce a Firenze dalle ceneri dei Nest, autori di due lavori pubblicati rispettivamente per Urtovox/Audioglobe (“Drifting”, 2001) e Zahr Records/Blackcandy – Audioglobe (“Isnt’ it?, 2007). Dal nucleo originario, restano due membri fondatori, Riccardo Dugini (voce, chitarra) e Luca Petrarchi (voce, chitarra); a completare l’organico Massimiliano Zatini, già aggregato ai Nest come percussionista in alcuni esperimenti acustici e qui al basso e Alessandro Pagani (batterista dei Subterraneans e una delle menti di Valvola/Shado Records), già presente nella formazione per un periodo a metà degli anni ’90 quando il gruppo era denominato Malastrana. I precedenti progetti si chiamavano Stout, Malastrana, Nest, Subterraneans e Valvola.

Simona Merlo

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Autore dell'articolo: Simona Merlo