Una nuova normalità

Tornare in classe è una cosa che mi provoca sempre ansia ma quest’anno molto di più… I banchi sistemati come se ci fossero sempre dei test, i bambini che non possono giocare, il disinfettante che dobbiamo usare dopo ogni lezione, la distanza che si vede non solo fisicamente ma che si sente.

E ancora la mascherina che dobbiamo indossare tutto il tempo mentre siamo a scuola, la stanchezza che abbiamo alla fine del giorno. Ma vale la pena tutto questo­? Assolutamente sì, perché noi dobbiamo continuare a dare la possibilità agli studenti di crescere e imparare nonostante la situazione sia complicata.

E poi a me basta una piccola cosa che mi faccia sorridere per dimenticare tutto il resto.

A new normal…

Going back into the classroom always leaves me a little anxious, but this year even more so…. The desks which are set up as if there is always a test, the children who can no longer play, the disinfectant which we need to use after every class, the distance which not only do we see, but we feel, the mask that we have to wear all the time we’re at school, the tiredness at the end of the day. But is it all worth it? Absolutely because regardless of the current situation, we still need to give them the chance to grow and learn and it can take the tiniest thing to make me laugh and all the rest is forgotten.

Rebecca Sharp (foto e testo)

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Autore dell'articolo: Simona Merlo