L’Orto de’ Pecci ospita “Rompicollo”, la donna del Palio raccontata in un docufilm

A cena con Rompicollo” è la serata dedicata a Rosanna Bonelli – per la Storia del Palio Rompicollo – l’unica donna ad aver corso il Palio moderno, protagonista di un film-documentario che ha avuto, nei giorni scorsi, un prestigioso riconoscimento negli Stati Uniti.

 

Agli americani è piaciuta la storia ed è piaciuta la protagonista, tanto che il prestigioso trofeo – l’Oscar a forma di cavallo, che ogni anno corona a New York l’Equus Film Festival e che premia il miglior film con il cavallo come elemento centrale, per la sezione “Best International Short Documentary”– è andato per il 2017 ai due senesi Silvia Folchi e Antonio Bartoli di Videodocumentazioni e al loro emozionante, intenso “Voglio essere Rompicollo. La vera storia della ragazza del Palio”.

 

Il film, che si avvale della colonna sonora di Francesco Galli, è stato presentato tempo fa al Pendola e ha fatto riscoprire la genesi della favola-realtà di Rosanna Bonelli che sessant’anni fa, unica donna del Palio moderno, vestì il giubbetto dell’Aquila nel Palio d’agosto del 1957.

Dove cominciò questa avventura? Di quali sogni si nutrì? Di quali suggestioni e caparbie volontà? Chi è, in realtà, l’allora giovane incosciente amazzone (prima controfigura di Diana Dors e poi protagonista assoluta in proprio) che non ha perduto la verve e la sfrontata voglia di azzannare la vita nemmeno oggi?

 

La sera del 1° dicembre, all’Orto de’ Pecci, ci sarà modo di scoprirlo: nel filmato che verrà proiettato e nel dialogo che Duccio Balestracci intreccerà con questa affascinante eterna ventenne entrata nella Storia del Palio di Siena.

 

 

 

 

Maura Martellucci

 

 

Autore dell'articolo: A cura della Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *