Canto della pianura – Kent Haruf

Dopo Benedizione, che mi aveva catturata per lo stile asciutto e la rudezza dei personaggi, leggere questo romanzo mi è sembrato come visitare un’altra cittadina, una Holt raccontata da un altro. È vero che l’atmosfera è sempre quella: sembra di muoversi nella povere delle strade delle campagne statunitensi, ed anche in questo caso, come in […]

La macchia umana – Philip Roth

La verità e la menzogna, la falsità dei rapporti sociali e il bisogno di esprimere le proprie potenzialità, la necessità del riscatto personale in contrasto con la lotta per l’affermazione dei propri diritti, l’ineluttabilità del destino che colpisce per vie traverse, l’odio che sconfina nell’amore, l’amore che riscatta la perversione, e sempre, sempre, ciò che […]

Cosmopolis – Don De Lillo

Sì, lo so, non c’entra niente, e i due romanzi non sono lontanamente paragonabili, ma fin dall’inizio mi sono sentita come trasportata dentro un Ulisse di Joyce in miniatura. Chi lo ha letto a questo punto mi dirà che sono davvero impazzita: abbiamo un’avventura postmoderna in uno scenario urbano devastato, a bordo di una limousine nel bel mezzo di una crisi azionaria e di una manifestazione di protesta. Leggi di più a proposito di Cosmopolis – Don De Lillo

Gli indifferenti – Alberto Moravia

Non potevo continuare a snobbare uno dei più grandi romanzieri italiani dell’ultimo secolo, non volevo più portarmi dietro una lacuna così grossa. Non so da dove sia nata la mia antipatia epidermica verso questo pilastro della letteratura, del teatro, dell’intellighenzia e della politica, ma almeno adesso so dove va a finire. Leggi di più a proposito di Gli indifferenti – Alberto Moravia