Perché leggere “Il Palio di Siena. Una festa italiana”, il nuovo libro di Duccio Balestracci

Dopo aver ascoltato un’articolata presentazione sul nuovo e quanto mai interessante libro del professore Duccio Balestracci – “Il Palio di Siena. Una festa italiana”, edito da Laterza -, e aver colto tutta l’elettricità che si respira in città a ridosso del Palio del 2 luglio, rifletto su questa dimensione di una festa italiana (per l’appunto), eppure unica. Leggi di più a proposito di Perché leggere “Il Palio di Siena. Una festa italiana”, il nuovo libro di Duccio Balestracci

“A cavallo di una fiaba. I cavalli si raccontano” arriva a teatro

Un libro che diventa spettacolo. “A cavallo di una fiaba. I cavalli si raccontano” di Massimo Biliorsi (ed. Extempora), andrà in scena a Siena, al Teatro comunale dei Rinnovati, il 28 novembre alle 21,15. Il testo, adattato dall’autore insieme a Maurizio Bianchini, ha come protagonisti i cavalli, diciassette, che racconteranno ben 17 storie di Palio, una per ogni contrada. L’incasso della serata (i biglietti costano 10 euro e si trovano in prevendita presso la libreria Senese in via di Città e la Mondadori in via Montanini) sarà interamente devoluto al pensionario dei cavalli del Palio di Radicondoli. Leggi di più a proposito di “A cavallo di una fiaba. I cavalli si raccontano” arriva a teatro

Il Palio attraverso le immagini: riprende il cartellone di eventi all’Orto de’ Pecci

Sabato 24 febbraio, dalle 20 in poi, riprende il ciclo “(E)Venti forti All’Orto de’ Pecci” la rassegna di conversazioni, filmati, musica e buona tavola curata da Massimo Biliorsi. Il cartellone riprende con un appuntamento imperdibile: una serata dedicata al lungo lavoro cinematografico dello studio senese Moviement HD di Riccardo Domenichini che ha scelto per l’occasione alcuni spezzoni del lavoro svolto negli anni sul Palio e sulle Contrade. Leggi di più a proposito di Il Palio attraverso le immagini: riprende il cartellone di eventi all’Orto de’ Pecci

Controversie tra Contrade, le prime risalgono al 1582

Il 3 gennaio 1582 i Quattro Deputati della Festa, nominati dalla Balìa nel 1581, sono chiamati a risolvere alcune tra le prime controversie sui confini tra Contrade. Infatti in questa data devono rispondere alle obiezioni in base alle quali “la casa de’ Braccioni ne l’Arte della Lana è della contrada de l’Ocha e non di […]

La sfortuna della Chiocciola e il Santo nel pozzo

Il 19 dicembre 1891 “emigra” da Firenze a Siena Edoardo Farsetti, figlio di Angelo. Due anni dopo, lo troviamo già annoverato tra i fantini di Piazza con il nome di Mugnaino: corre, infatti, nella Tartuca lo straordinario del 1893. Nel Campo disputa sette Carriere (partecipa anche al Palio alla Romana dell’agosto del 1894) senza mai vincere. Leggi di più a proposito di La sfortuna della Chiocciola e il Santo nel pozzo

Arrigo Pecchioli e la rinascita culturale senese

Il 14 dicembre 1922 nasce a Siena, nel rione del Nicchio (scrive lui stesso: “in quell’imbuto di strada ch ‘è via dell’Oliviero, proprio ove questa forma un gomito spezzato”) Arrigo Pecchioli. Figlio di Brunetta Chellini e Raffaello, autista meccanico di gran competenza e passione con officina in via Pantaneto, è in realtà un contradaiolo, appassionato, della Torre che gli ha anche intitolato una piazzetta che si apre su via di Salicotto. Leggi di più a proposito di Arrigo Pecchioli e la rinascita culturale senese

Ferrino Maggiore e la famiglia Morelli tra Palii vinti, furti e contrabbando

Il 10 dicembre 1788 nasce Francesco Morelli, conosciuto in Piazza del Campo come Ferrino, o Ferrino Maggiore; è un fantino del Palio anche il fratello, Pasquale Morelli, soprannominato Ferrino Minore (ha una carriera meno brillante del fratello: in dieci Palii corsi non arriva mai vittorioso al bandierino). Leggi di più a proposito di Ferrino Maggiore e la famiglia Morelli tra Palii vinti, furti e contrabbando

Come finisce il proverbio: “Occhio, che se non fai il tuo dovere…”

Il 4 dicembre 1891 nasce a Siena Aldo Mantovani, detto Bubbolo. Istriciaolo, vetturino, ma anche artista di circo equestre, corre 30 Palii vincendone quattro, due prima della Grande Guerra (nell’agosto del 1911 nel Drago e nell’agosto del 1914 nella Tartuca) e due, a distanza di vent’anni, dopo la fine della Prima Guerra Mondiale (nel luglio del 1926 nella Pantera e, ancora, nell’agosto – che evidentemente gli porta fortuna – del 1931 nell’Oca). Leggi di più a proposito di Come finisce il proverbio: “Occhio, che se non fai il tuo dovere…”

Dal Mercato nel Campo ritorna “Tufo al cuore”

Verrà presentato questo pomeriggio – sabato 2 dicembre – il nuovo numero della rivista “Tufo al cuore” dedicata a Siena, al Palio e alle Contrade.

L’appuntamento è per le 18 nella magica cornice di Piazza del Campo nell’ambito del Mercato nel Campo.

Presso lo stand di Toscana Libri, Riccardo Cerpi  editore della rivista, e Simonetta Losi, direttrice, parleranno della testata che fra poche settimane festeggerà il suo primo anno di vita e nello specifico presenteranno al pubblico la nuova uscita, la quarta della collezione, da venerdì in edicola.

In questo numero  troverete una ricchissima documentazione fotografica dei festeggiamenti delle vittorie 2017 di Giraffa e Onda, degli adulti del Masgalano e di tutti i ‘cittini’ del Minimasgalano.
Si riflette sui media e sul caso-Tornasol: a proposito di media, un ampio articolo è dedicato a Franco Masoni, che ha fatto la storia della tivù senese e delle cronache del Palio, super-personaggio di questa nuova uscita.


Un appuntamento da non perdere anche perchè potrete così fare due passi in Piazza dove sino a domenica 2 dicembre è allestito il Mercato nel Campo.
Leggi di più a proposito di Dal Mercato nel Campo ritorna “Tufo al cuore”

I dodici Palii e le “squalifiche” di Edoardo Furi

Il 2 dicembre 1883 nasce a Santa Fiora (in provincia di Grosseto) Edoardo Furi, conosciuto in Piazza come Randellone. Corre dodici Palii dal luglio del 1919, con i colori della Civetta, fino al luglio del 1928, quando entra in Piazza come fantino del Leocorno. Leggi di più a proposito di I dodici Palii e le “squalifiche” di Edoardo Furi