#Covid19 – Diari dal mondo – Karina Gron da Siena

I racconti per la rubrica “Diari dal mondo” di #CasiQuotidiani sono fatti di tante cose: sensazioni, parole, immagini, paure, colori. Karina Gron ha scelto il bianco e il nero e la luce. Ha scelto la Luna e ha condiviso con i lettori del nostro blog due fotografie che riprendono una delle congiunzioni più suggestive dell’anno, […]

#Covid19 – Diari dal mondo – Simona Pacini da Colle Val d’Elsa (SI)

Horror vacui da quarantena Se c’è una cosa che mi disturba, in questa quarantena, è il troppo. Il troppo di tutto. Troppo tempo a disposizione, troppo chiusi in casa, troppe cose da fare con tutto questo tempo a disposizione. Io, appena si è ventilata la possibilità di stare in casa tranquilli mentre il mondo si […]

#Covid19 – Diari dal mondo – Antonio Amico da S. Giorgio (ME)

La luna di alcuni giorni fa non ci ha lasciato indifferenti: la bellezza della luna piena ha coinciso, infatti, con la minore distanza dalla Terra: uno spettacolo meraviglioso. Antonio Amico, fotografo per “diletto e ricerca”, lo ha immortalato e lo ha voluto condividere con i lettori di #CasiQuotidiani.Si tratta del golfo di San Giorgio di […]

L’alimentazione sostenibile contro il surriscaldamento della Terra

Far diminuire di soli 2°C la temperatura della Terra è un obiettivo che riguarda tutti noi. Dai micro comportamenti del singolo alle più ampie scelte internazionali, l’unica alternativa alla morte certa del nostro pianeta è la presa di coscienza e, quindi, sapere che cosa è giusto fare per difenderlo. Le strategie devono essere globali come l’uso di energie rinnovabili, il riciclaggio, la costruzione di impianti industriali a bassa produzione di anidride carbonica. E gesti semplici come la scelta degli alimenti da portare sulle nostre tavole. Leggi di più a proposito di L’alimentazione sostenibile contro il surriscaldamento della Terra

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Un’eclissi di Luna da 103 minuti, record tra gli astri

Una data importante quella del 27 luglio 2018 per astronomi, scienziati, romantici e per tutti i curiosi del mondo: oggi ci sarà infatti l’eclissi di Luna più lunga del Ventunesimo secolo. Se si è fortunati e se le nuvole lo permettono, questa volta anche in Italia si potrà ammirare a occhi nudo la lunga eclissi che inizierà più o meno alle 19, quando ancora ci sarà il Sole nel cielo, e raggiungerà il suo picco dopo le 22 al calar della notte. Leggi di più a proposito di Un’eclissi di Luna da 103 minuti, record tra gli astri

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Dopo la Superluna, eclissi totale e meteore da seguire…

Il 2018 sarà davvero un anno luminoso? L’inizio è di tutto rispetto con una Superluna a dare il benvenuto al mese di gennaio. Il satellite della Terra, infatti, non solo si è trovato il 1° gennaio nel punto più vicino al pianeta (perigeo), ma anche nella sua fase piena. Leggi di più a proposito di Dopo la Superluna, eclissi totale e meteore da seguire…

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Il terrore delle fiamme nel Medioevo

Il 21 dicembre 1296 il Consiglio della Campana approva uno statuto in base al quale ogni singolo cittadino doveva venire a conoscenza delle regole da seguire per prendere parte all’opera di spegnimento di un incendio. All’annuncio del fuoco, dato col suono della campana oppure da un banditore, un certo numero di persone che svolgeva mestieri quali i “portatores” di biada, gli asinai, i vetturali, i falegnami ed i muratori, che in precedenza avevano prestato giuramento per fornire la loro opera, si mettevano in moto per domare le fiamme. Leggi di più a proposito di Il terrore delle fiamme nel Medioevo

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0

Siena zona di terremoti. Testimonianze sin dal 1320

Ci raccontano i cronisti che il 16 dicembre 1320 Siena vive uno dei “maggiori terremoti che mai fussero uditi”. Leggere il resoconto è impressionante, infatti, dice: “ed era sì grande il romore per la città di gridare misericordia, che pareva che la città andasse sotto sopra, e tutta la notte la gente andava per le chiese facendo penitenza, e ad ogni ora della notte sonavano le campane del Duomo a martello per li grandi terremoti che venivano; e tutti i frati e i preti, i quali erano per le regole, stavano in orazione e in disciplina a pregare Iddio che levasse questo giudizio, imperocchè molta gente moriva sotto le case, le quali cascavano per li detti terremoti; e molta gente andò ad abitare a Campo ed anco a tutto il prato della Porta Camollia che era pieno di padiglioni e trabacchi”. Leggi di più a proposito di Siena zona di terremoti. Testimonianze sin dal 1320

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0