La quarantena a vita dell’essere caregiver

“È difficile mettersi nei panni di una persona disabile grave per la continuità h24 della sua condizione. Ciò che è ancora più difficile, però, è mettersi nei panni di un caregiver“. Oggi Laura racconta di Stefano e del suo “dover restare razionale”. Quando intervistano mio marito Stefano su che cosa significhi essere caregiver e in […]

Dislessia, questa grande sconosciuta

Che cosa sono i Disturbi Specifici dell’Apprendimento? Può la tecnologia aiutare a creare una didattica davvero inclusiva e, comunque, più accessibile? Ne parla su #CasiQuotidiani Clara Meattini, laureata in informatica umanistica all’università di Pisa, specializzata in tecnologie assistive ed editoria accessibile. Leggi di più a proposito di Dislessia, questa grande sconosciuta

Gatti malati e abbandonati: come aiutare i Cassiopei

Pandaleo è un gatto. Abbandonato. Chi lo teneva in casa lo ha buttato in mezzo a una strada perché aveva delle croste al naso. Quelle croste (mai curate) sono risultate un tumore e nonostante varie sedute di chemio (sì, di chemio: anche i tumori degli animali si tengono a bada così) purtroppo il suo destino è segnato. Leggi di più a proposito di Gatti malati e abbandonati: come aiutare i Cassiopei

Siena zona di terremoti. Testimonianze sin dal 1320

Ci raccontano i cronisti che il 16 dicembre 1320 Siena vive uno dei “maggiori terremoti che mai fussero uditi”. Leggere il resoconto è impressionante, infatti, dice: “ed era sì grande il romore per la città di gridare misericordia, che pareva che la città andasse sotto sopra, e tutta la notte la gente andava per le chiese facendo penitenza, e ad ogni ora della notte sonavano le campane del Duomo a martello per li grandi terremoti che venivano; e tutti i frati e i preti, i quali erano per le regole, stavano in orazione e in disciplina a pregare Iddio che levasse questo giudizio, imperocchè molta gente moriva sotto le case, le quali cascavano per li detti terremoti; e molta gente andò ad abitare a Campo ed anco a tutto il prato della Porta Camollia che era pieno di padiglioni e trabacchi”. Leggi di più a proposito di Siena zona di terremoti. Testimonianze sin dal 1320