Intervista a Cinzia Fiaschi: Artista Visiva Performer

Cinzia Fiaschi ha una storia “artistica” che arriva da lontano. Allieva dell’Istituto Statale d’Arte di Siena, dove ha vinto il “Premio Duccio” nel 2007, frequenta successivamente la scuola di Pittura del Maestro Gustavo Giulietti all’Accademia Belle Arti di Firenze.Un percorso che nasce dall’ammirazione per i Maestri della pittura italiana di metà novecento per poi “spingersi” […]

“Lo Strappo, quello ero il mio corpo bastardi”

L’installazione del progetto fotografico “Lo Strappo” – The Strain, nato da un’idea di Costanza Mascilli Migliorini, presidente di Aps Echoes ed elaborato dall’artista e fotografa Erika Rubino, sarà inaugurata giovedì 17 febbraio alle 18.30 nel foyer del Teatro Politeama di Poggibonsi. La mostra fotografica sarà fruibile gratuitamente fino al 20 febbraio, dalle 11 alle 22, […]

“Viaggio nell’anima”, la mostra per chi sceglie di disconnettersi

Si inaugura oggi alle 18.30 “Viaggio nell’anima – Journey into the soul”, la personale di pittura del senese Daniele Zacchini, visitabile fino al 13 ottobre al sesto piano del Complesso Museale del Santa Maria della Scala a Siena. La mostra di Zacchini è un vero e proprio itinerario per tappe emozionali che invita alla contemplazione, […]

Del corpo e del suo utilizzo

Ricordo un giorno in accademia… avevo circa 19 anni e stavo guardando con dei colleghi un film sulla vita di un artista. A un certo punto presi la mia tracolla, uscii dall’aula senza dire nulla e tornai velocemente a casa stravolto da un certo furor artistico. Misi in atto una “performance”. Presi un pennello e […]

Fotografo me stesso per comunicare con gli altri

Nonostante condivida l’idea generale delle due “famiglie” spiegate da Luciano Valentini nel precedente approfondimento Tu, che fotograf* sei?, non sento di appartenere alla categoria del fotografo puro; piuttosto utilizzo la fotografia come mezzo d’espressione allo stesso modo della pittura o della performance: per rendere visibile e creare l’immagine che sarà specchio di me stesso.Credo che […]

Le “ombre morbide” di Lucia Lungarella

Lucia Lungarella si racconta ai lettori di CasiQuotidiani e parla delle sue due grandi passioni – l’architettura e la fotografia – e di come le riempiono la vita. Ma chi è Lucia? Scopriamolo insieme attraverso le sue parole e alcuni dei suoi scatti più amati. Prima di parlare del tuo lavoro, parliamo di te: chi […]

“Mi sentivo come un animale da raccontare”

Giovanni Cangemi (nella foto in b/n), artista di origine siciliana, a Bologna dal 2014, si racconta ancora una volta ai lettori di CasiQuotidiani svelando alcuni dettagli di uno dei suoi ultimi progetti: “Bestiarium”. Lavoro dal titolo enigmatico e arcano, ancora in divenire, racconta un lungo percorso di dolore, un malessere convertito e trasformato in (e […]

Arte e rimbalzi #2

Quell’anno era passato velocemente tra gli infiniti impegni che Elga ed io abbiamo tra teatro e contrada; infatti arrivò dicembre che neanche avevamo pensato ai regali di Natale. Un freddo incredibile, gonfie di imbottiture, cappelli e guanti, passeggiando per la strada, il nostro discorso virò sul da farsi per il 31 dicembre, la notte più […]

Vite che non sono la mia – Emmanuel Carrère

A dispetto del titolo, è proprio la sua vita quella che viene fuori da questo romanzo/confessione/indagine. La sua vita, sfiorata da un tragico evento che ha falciato migliaia di esistenze, coinvolta in seguito nel lutto privato e nel dolore particolarissimo di persone a lui vicine, rimasta immune ma non indifferente alle tragedie di chi gli […]

Who is Alessandro Leggio?

Per il ragazzo, amante delle mappe e delle stampe,
l’universo è pari al suo smisurato appetito…
con l’inizio della più lunga poesia de “I Fiori del male” di Baudelaire vi presentiamo l’artista italiano Alessandro Leggio che ha osservato e osserva il mondo con lo sguardo di chi è sempre in movimento. Di origini siciliane, è nato a Ragusa il 16 febbraio del 1983, ha lasciato Palermo subito dopo aver conseguito la laurea all’Accademia di Belle Arti del capoluogo siciliano. Un inizio brillante quello durante il percorso di studi, offuscato però dalla necessità di Alessandro di spostarsi verso mete più promettenti. Vive, infatti, da oltre 7 anni in Inghilterra e sebbene nei suoi lavori emerga spesso la contrapposizione terra di origine/crescita tramite l’altrove e nonostante lavori sempre nel mondo delle arti, la sua stessa scelta di arricchimento lo ha quasi costretto ad una pausa forzata. Ma l’umiltà e lo studio costante aiutano i talentuosi.

“To the child who is fond of maps and engravings,

The universe is the size of his immense hunger…”
With the beginning of the longest poem of “Le Fleurs Du Mal” by Baudelaire, we introduce to you the artist Alessandro Leggio, which observed and keeps observing the world with the gaze of who is always in movement. His origins are from Sicily, he was born in Ragusa on 16th of February 1984, he left Palermo after his graduation in Fine Arts at the Accademia di Belle Arti of Palermo. A promising beginning of career during his study path, blurred by his need of finding more promising places for his career. He has been living  for more than 7 years now in the United Kingdom and, despite in his practice, it usually emerges a contrast between what represents his home land and his growth. He decided to work in the arts, however, his choice confined him away from the art world as an artist and forced forced him to take a little break. But the humbleness and the constant study helps those who are talented.

 

Leggi di più a proposito di Who is Alessandro Leggio?