Fotografo me stesso per comunicare con gli altri

Nonostante condivida l’idea generale delle due “famiglie” spiegate da Luciano Valentini nel precedente approfondimento Tu, che fotograf* sei?, non sento di appartenere alla categoria del fotografo puro; piuttosto utilizzo la fotografia come mezzo d’espressione allo stesso modo della pittura o della performance: per rendere visibile e creare l’immagine che sarà specchio di me stesso.Credo che […]

La storia di Pastorino Pastorini, il pittore su vetro di Siena

Il 6 dicembre 1592 muore a Firenze e viene sepolto in Santa Maria Maggiore Pastorino Pastorini, abile e stimato pittore su vetro, nonché ottimo incisore. Nato a Castelnuovo Berardenga intorno al 1508, da Giovanni Michele d’Andrea Pastorini, calzolaio emigrato dal Ponte di Pontremoli, e dalla seconda moglie Francesca di Lorenzo, negli anni Venti del ‘500 si forma come pittore e maestro vetraio ad Arezzo con Guillaume de Marcillat (nel 1528 risulta suo “garzone”), che gli lascia in eredità “i vetri e le masserizie da lavorare et i suoi disegni”. Leggi di più a proposito di La storia di Pastorino Pastorini, il pittore su vetro di Siena