Quando un’ipotesi si concretizza in un “cuore muto”

La storia che vi voglio raccontare oggi inizia con un cuore. Siamo nel 1627 e Caterina de’ Medici, governatrice di Siena, lascia nel suo testamento l’esplicita richiesta che il suo cuore e le sue viscere fossero conservate in eterno nella Insigne Collegiata di Santa Maria in Provenzano. Mai era stato trovato segno o traccia materiale […]

Le sorprese del light painting

Nel 2019, durante un workshop organizzato da Luciano Valentini, ho usato la tecnica del light painting in esterno.La chiesa presente in tutte le fotografie è quella di Ponte allo Spino a Sovicille, Siena. Lucia Lungarella A seguire, i precedenti articoli sull’arte della fotografia, presenti nella sezione “Media” di CasiQuotidiani, di Luciano Valentini, Giovanni Cangemi e […]

Incendio a San Domenico del 1531: autocombustione o origine dolosa?

Nella notte tra il 3 e il 4 dicembre 1531 le fiamme si alzano all’interno della chiesa di San Domenico e da lì, rapidamente, si propagano fino alla sottostante chiesa di Santa Caterina. In questa chiesa era conservata la preziosa reliquia della “testa” della santa senese che, nonostante la paura del fuoco, viene tratta in salvo grazie al coraggio di un monaco che, protetto da un lenzuolo bagnato, riesce a penetrare nella cappella mentre sta bruciando. Leggi di più a proposito di Incendio a San Domenico del 1531: autocombustione o origine dolosa?

Sant’Ansano, il primo patrono di Siena

Il 1° dicembre 304 (o 303 secondo alcune fonti) nei pressi di Dofana, nella diocesi di Arezzo, viene decapitato Ansano. Secondo la leggenda, Ansano della famiglia romana degli Anicii (o Anicia) sarebbe nato nel 284. Dopo essersi convertito al cristianesimo viene incarcerato da Diocleziano, ma riesce a fuggire e si rifugia a Siena. Qui inizia a predicare il Vangelo ed a battezzare i primi senesi (è detto il “Battezzatore dei Senesi”). Leggi di più a proposito di Sant’Ansano, il primo patrono di Siena