“Lo Strappo, quello ero il mio corpo bastardi”

L’installazione del progetto fotografico “Lo Strappo” – The Strain, nato da un’idea di Costanza Mascilli Migliorini, presidente di Aps Echoes ed elaborato dall’artista e fotografa Erika Rubino, sarà inaugurata giovedì 17 febbraio alle 18.30 nel foyer del Teatro Politeama di Poggibonsi. La mostra fotografica sarà fruibile gratuitamente fino al 20 febbraio, dalle 11 alle 22, […]

Le violenze non sono solo occhi neri

Le violenze non sono solo occhi neri ma sono molteplici e diverse. Violenza fisica, violenza psicologica, stalking, violenza economica, violenza sessuale, violenza assistita [quella violenza domestica che consiste nel sottoporre un minore alla violenza verbale, fisica, sessuale di un genitore sull’altro e/o su persone a cui vuole bene].Molestie e violenza sui luoghi di lavoro. Le […]

“Al largo di Itaca”, l’ultima personale di Ilaria Caputo

Sarà visitabile fino a domani a Monreale, presso il Complesso Monumentale Guglielmo II, la personale “Al largo di Itaca” di Ilaria Caputo (qui in foto). Ilaria Caputo è una pittrice e di lei mi hanno colpito la semplicità, l’umiltà e la sensibilità. La mostra è un’occasione per riflettere su come, nonostante il lungo percorso compiuto […]

Clitennestra, bella e senza pietà

Dovremmo vivere concentrandoci su l’hic et nunc, guardando fiduciosi al futuro e voltandoci indietro di rado. Ma siamo sinceri: il passato è qualcosa da cui non puoi fuggire né liberarti; puoi cercare di non pensare a ciò che ti ha fatto male, sperare che la ferita nel cuore si cicatrizzi ma ogni tanto tornerà a […]

Elena, colpevole di essere bella

Elena? Chi? Di Sparta? Di Troia? Colpevole! Questa la sentenza dei più. Elena fu ed è considerata colpevole per aver abbandonato il marito Menelao e la figlia Ermione, per essere fuggita con il bel Paride verso Troia, per aver scatenato una guerra e aver provocato una serie infinita di lutti. Indifendibile! A pagarne le conseguenze […]

La svolta – Tim Winton  

Una raccolta di racconti che ho letto con gusto. Strano, perché i racconti in genere non fanno per me. Ci metto tempo ad entrare in una storia e il genere troppo breve mi impedisce di trovare il mio ritmo nella lettura. Stavolta invece, complice la scrittura potente e accattivante, complice il fatto che comunque i racconti sono tutti ambientati nello stesso luogo, complice il fatto che molti personaggi compaiono in più racconti da punti di vista diversi, sviluppando aspetti e completando personalità, sono rimasta intrappolata da queste storie che si incrociano, dalla narrazione asciutta ma non accidentata, dalla crudezza del narratore e dalla profondità del narrato. Leggi di più a proposito di La svolta – Tim Winton  

La morte di Noa Pothoven fra etica e fake news

“L’Olanda ha autorizzato l’eutanasia ad una ragazzina di 17 anni”. Questo è uno dei tanti titoli che hanno occupato le prime pagine dei principali quotidiani italiani lo scorso mercoledì. Indignazione e sgomento dell’opinione pubblica nei confronti del “Paese felice” che ha concesso ad una giovane di terminare la sua breve vita attraverso una procedura che in Italia appare ancora come un tabù. Leggi di più a proposito di La morte di Noa Pothoven fra etica e fake news

Il paese delle prugne verdi – Herta Müller

Come esprimere una realtà tragica, fatta di violenza, orrore, repressione? Herta Müller lo fa al meglio in questo piccolo romanzo ermetico e involuto, scegliendo un linguaggio che tende a nascondere più che a rivelare, ma che nascondendo rivela – molto più efficacemente che con una cruda descrizione -qualcosa che non è possibile descrivere a parole. Leggi di più a proposito di Il paese delle prugne verdi – Herta Müller